ATTENZIONE, AVVISO AI LETTORI DEL BLOG

Si avvisano i lettori che per commentare i post pubblicati è necessario accedere con l'account di posta gmail o inviare il proprio commento a istitutoduesicilie@gmail.com e gli amministratori provvederanno alla pubblicazione a nome del mittente.

martedì 16 febbraio 2016

PENSIONI DI REVERSIBILITÀ: COMINCIA IL LAVAGGIO DEL CERVELLO

PENSIONI DI REVERSIBILITÀ: PER IL LAVAGGIO DEL CERVELLO ACCOMODARSI A SINISTRA


CI SCUSERETE SE ABBANDONIAMO, MOMENTANEAMENTE, I TEMI STORICI CHE CI SONO CARI.
L'ABBANDONO È SOLO APPARENTE IN QUANTO C'È SEMPRE UN FIL ROUGE CHE LEGA TUTTO QUANTO PUBBLICHIAMO: INFORMARE E FAR RAGIONARE LE POPOLAZIONI, CHE DIMOSTRINO DI NON ESSERE E DI NON VOLERSI FAR LOBOTOMIZZARE OTTENENDO IL RISCATTO DELLA "NOSTRA" PATRIA(*)


Attenzione attenzione masse!!! E’ iniziato il frame “pensioni di reversibilità brutte e cattive”, a cura dell’apparato propagandistico RAI TV da voi stesse pagato! Ripetete con me il mantra di Agorà RAI: “le pensioni di reversibilità vanno a badanti furbe e profittatrici che sposano vecchietti agonizzanti e fregano all’Italia ben 41 miliardi-ardi-ardi all’anno!!!”
Tutto vero? NO.

Un passo alla volta. Come sapete un DDL del governo prevede la trasformazione delle pensioni di reversibilità da prestazioni previdenziali a prestazioni assistenziali, soggette quindi ai bassissimi tetti ISEE imposti dal famigerato governo Monti col decreto Salva Italia. In pratica oltre i 10.600 euro annui, somma di reddito + 20% del patrimonio mobiliare e immobiliare, con franchigia di 5.000 euro per la prima casa, una vedova sola non riceverebbe più la pensione di reversibilità del marito.
In altre parole se venissero applicate i criteri ISEE attuali basterebbe una casa di proprietà in centro e qualche BOT per perdere la pensione e andare a mangiare alla Caritas.
E’ chiaro che il governo punta al gruzzolo delle pensioni di reversibilità, da utilizzare probabilmente sia per la reversibilità delle nuove unioni civili, sia per far cassa in chiave Six-Pack e riduzione del debito. 
Resta un piccolo problema: convincere le masse che pensioni di reversibilità = cacca-pupù. NO PROBLEMA!
Le grandi operazioni mediatiche sono state lanciate in grande stile dalla trasmissione ammiraglia del verbo renzian-piddino. Ad Agorà oggi è andato in onda un impressionante combinato disposto di affermazioni false, mezze verità, servizi creati ad hoc e messaggi tendenti a rappresentare le pensioni di reversibilità come una truffa alla società, uno spreco di risorse, un sopruso di furbe badanti che sposano vecchi rimbambiti per lucrare immeritatamente la pensione di reversibilità.
Curiosamente solo Damiano e Cazzola, unici esperti di lavoro e previdenza presenti, hanno difeso la pensione di reversibilità dall’attacco frontale di Marcello Sorgi e da quelli più sornioni del conduttore Greco, a suon di ceffoni e fact-checking.
Al giornalista Sorgi il compito di introdurre il cetriolone pensioni di reversibilità con una serie di domande retoriche del tipo: è giusto che una badante sposata poco prima di morire prenda quanto una donna che è stata al suo fianco tanti anni? E’ giusto che una vedova che ha due figli che guadagnano bene prenda lo stesso di una che è sola? E se una vedova ha una casa e via delirando … CAPITO L’ANTIFONA?
A conferma del biscottone precotto nelle retrovie RAI renziane non poteva mancare – guarda caso, che coincidenza – il servizio sulle BADANTI CHE RAGGIRANO I VECCHI … il vero problema italiano, che diamine! Con il Sorgi a chiosare con sciocchezze tipo: “se la badante sposa il vecchietto che muore poco dopo è giusto che prenda come la sposa pluri decennale?”.

Per terminare le sesquipedali sciocchezze (di questo si tratta) atte a influenzare voi masse (presunte) decerebrate, i corifei governativi si sono lanciati in voli di fantasia sulle cifre in gioco:
Certo, “senza toccare i diritti di nessuno” … certo, “41 miliardi” … certo le badanti che sposano il vecchietto che muore poco dopo … MA PER PIACERE!!!

Gli influencer di Renzi, faciloni a immagine e somiglianza del loro capo, curano poco aspetti triviali e secondari quali la verifica delle cifre e dei fatti.

  1. Le pensioni di reversibilità costano infatti 24 MILIARDI, non i 41 presentati ad AgoràLo dice lo stesso DDL del governo, nella sezione “ANALISI DELL’IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE (AIR)”, sezione 1-A:
  2. Inoltre le “badanti che raggirano vecchi” sono una leggenda metropolitana. Come precisato dal prof. Cazzola ci sono già leggi in proposito: se la sposa é giovane di più di 20 anni dello sposo e il matrimonio è durato meno di dieci anni, per ogni anno in meno si decurta la reversibilità del 10%. Ma tutto questo Sorgi non lo sa.
Preparatevi masse, nei prossimi giorni vi beccherete razioni crescenti della stessa indigesta minestra propinata dalle solite nullità piddine, le ben note mosche cocchiere del nulla, ospiti fissi – e fessi – di innumerevoli trasmissioni.

Ci resta un dubbio: i servi non sanno nulla perché per leccare non serve sapere, o sono servi perché non sanno nulla?


(*) IL TERMINE PATRIA HA SUBITO SOPRATTUTTO NEL SEC. XIX DIVERSI ATTENTATI ALCUNI DEI QUALI SONO CONTINUATI PER BUONA PARTE ANCHE DEL SECOLO SUCCESSIVO.  PER NOI  È IL LUOGO NATÌO, LA TERRA DEI PROPRI PADRI, DEI PROPRI ANTENATI,  («terra patria»), E COME TALE NON È MODIFICABILE SECONDO OTTICHE MUTEVOLI. PER ESSERE PIU PRECISI, PER NOI DELL'ISTITUTO, LA  PATRIA È IL TERRITORIO CHE HA MANTENUTO CONFINI, LEGGI, IDIOMA, SOSTANZIALMENTE IMMUTATI PER CIRCA UN MILLENNIO, DOVE I NOSTRI ANTENATI SONO NATI, CRESCIUTI, VISSUTI E DECEDUTI: LA NOSTRA PATRIA SONO LE DUE SICILIE

Nessun commento:

Posta un commento