ATTENZIONE, AVVISO AI LETTORI DEL BLOG

Si avvisano i lettori che per commentare i post pubblicati è necessario accedere con l'account di posta gmail o inviare il proprio commento a istitutoduesicilie@gmail.com e gli amministratori provvederanno alla pubblicazione a nome del mittente.

giovedì 3 dicembre 2015

Riapre l’antico Setificio dei Borbone, a inaugurarlo la principessa Beatrice

Riportiamo questa bella notizia ripresa da Il Corriere del Mezzogiorno:


stemma di Re Ferdinando IV di Napoli (III di Sicilia)



S.A.R. la Principesa Beatrice


CASERTA: Invitata dal gruppo Letizia che ha rilevato la struttura industriale, sarà la principessa Beatrice di Borbone delle Due Sicilie, sabato prossimo, 5 dicembre alle ore 18, a dare il via alla produzione del Setificio Leuciano. Con lei anche la parlamentare casertana Camilla Sgambato, componente della Commissione Cultura della Camera dei deputati. Una scelta non casuale della madrina che nelle intenzioni del gruppo Letizia, che ha rilevato l’attività produttiva, che intende sottolineare il connubio tra tradizione e modernità, tra storia e contemporaneità, tra passato e presente che è alla base di questa sfida industriale. Il Setificio è stato il più antico ma anche l’ultimo opificio in attività nella Real Colonia di San Leucio. 

San Leucio, il Belvedere. In fondo la statua del Re Ferdinando IV

un particolare degli antichi telai
Il rilancio
L’antico opificio serico chiuse i battenti per il fallimento dell’attività, qualche anno fa, e fu anche l’ultima presenza industriale a lasciare il luogo, dal momento che le altre storiche famiglie di setaioli avevano già da tempo dismesso la produzione o, in pochi e più fortunati casi, delocalizzato l’attività. E, dunque, «prima ancora che industriale – sottolinea Bartolomeo Marco Letizia – l’operazione rappresenta innanzitutto una sfida culturale. Dall’esatto momento in cui, in sede di asta giudiziaria, abbiamo rilevato gli immobili ci è sembrato doveroso pensare di provare a recuperare non soltanto la vocazione indistintamente industriale del sito, ma nello specifico, anche a dispetto della difficile congiuntura attraversato dal comparto, innanzitutto la produzione serica».

gli antichi telai di San Leucio ancora funzionanti

N.B.: Tutte le immagini non sono presenti nell'articolo originario tranne quella di SAR la Principessa Beatrice


Nessun commento:

Posta un commento