ATTENZIONE, AVVISO AI LETTORI DEL BLOG

Si avvisano i lettori che per commentare i post pubblicati è necessario accedere con l'account di posta gmail o inviare il proprio commento a istitutoduesicilie@gmail.com e gli amministratori provvederanno alla pubblicazione a nome del mittente.

lunedì 7 dicembre 2015

8 Dicembre, Festa di Maria SS. Immacolata, Patrona del Regno delle Due Sicilie

IMMACOLATA CONCEZIONE
della
BEATA VERGINE MARIA

Patrona del Regno delle Due Sicilie

8 DICEMBRE





L’Immacolata Concezione è un dogma cattolico, proclamato da Papa Pio IX  l’8 dicembre 1854.

S. Bernadette Soubirous

La celebrazione dell’8 Dicembre riporta alla memoria storica della Festa Nazionale dell’antico Regno delle Due Sicilie in cui la devozione mariana era fortissima nel clero, nel popolo e nelle istituzioni. L’Immacolata Concezione era infatti la Patrona speciale della Patria Napoletana, Terra dedicata alla Madre del Signore la cui festività era molto sentita nell’antico stato pre-unitario fondato su forti valori cattolici. Si può dire che essa era, ed è ancora oggi, uno dei perni principali sui quali ruota tutta la religiosità del popolo del Sud.

S.M. il Re Ferdinando II

Fu proprio l’8 Dicembre del 1816 la data in cui, dopo il periodo napoleonico della città, i due regni di Napoli e di Sicilia furono riuniti come Regno unito con quella che fu detta “legge fondamentale del Regno”. Ferdinando non fu più il re di Napoli e di Sicilia ma il Re del Regno delle Due Sicilie.
Papa Pio IX, ospite a Gaeta del Re del Regno delle Due Sicilie, Ferdinando II  dal novembre 1848 all’aprile 1850, a seguito della nascita della Repubblica Romana, maturò, con la pubblicazione dell'enciclica Ubi Primum (Gaeta, 2 febbraio 1849), l’esigenza di porre fine all’atavica disputa sulle versioni macoliste ed immacoliste riguardanti la Beata Vergine Maria.

Bartolomé Esteban Murillo Immacolata Concezione, 1645–1655 Olio su tela,


Con la bolla Ineffabilis Deus (8 dicembre 1854) si sancisce come la Vergine Maria sia stata preservata immune dal peccato originale fin dal primo istante del suo concepimento.
Per l’occasione il re Ferdinando II donò allo Stato Pontificio la colonna dell’Immacolata Concezione che si trova in Piazza di Spagna, che costituisce una sorta di gemella della guglia dell’Immacolata sita in Piazza del Gesù Nuovo a Napoli, eretta da Carlo di Borbone più di un secolo prima, tra il 1747 e il 1750. La patrona del Regno delle Due Sicilie diventò in questo modo oggetto di venerazione da parte di tutti i cattolici. 

L'Immacolata Concezione appare a Santa Bernadette Soubirous

Il dogma dell’Immacolata Concezione ebbe la sua conferma venuta dall’Alto quattro anni dopo a Lourdes (La Vergine si presentò a Santa Bernadette Soubirous con queste testuali parole: “Que soy era immaculada concepciou Io sono l’Immacolata Concezione”)

2 commenti:

  1. tutto vero ma dimenticate che tutto si pone nel solco della tradizione infatti nel sud della penisola italica il culto della terra madra e sempre esistito e faro nella quotidianita, andare al museo campano di capua per comprendere quanto affermato

    RispondiElimina