ATTENZIONE, AVVISO AI LETTORI DEL BLOG

Si avvisano i lettori che per commentare i post pubblicati è necessario accedere con l'account di posta gmail o inviare il proprio commento a istitutoduesicilie@gmail.com e gli amministratori provvederanno alla pubblicazione a nome del mittente.

domenica 25 gennaio 2015

All'Ex Libris di Capua si è parlato di Nunziatella

Nella raccolta atmosfera della libreria “Ex Libris” di Capua, si è tenuto, il 23 gennaio scorso, l'incontro “Parliamo di Nunziatella”, organizzato dall'Istituto di Ricerca Storica delle Due Sicilie e dall'Associazione Culturale “G. de Mollot, eroe del Volturno” in collaborazione con l'Associazione Nazionale “Ex Allievi Nunziatella”. Il comm. Giovanni Salemi, ex allievo Nunziatella del corso 1941-44 nonché presidente dell'Istituto di Ricerca Storica delle Due Sicilie, ha introdotto il presidente “Ex Allievi Nunziatella”, ing. Alessandro Ortis, il quale ha illustrato un pamphlet, pubblicato dall'associazione e curato dal dott. Giuseppe Catenacci e dal dott. Francesco Maurizio Di Giovine. Il frutto più recente della ormai collaudata coppia è la cronaca della partecipazione degli allievi del “Rosso Maniero” (come viene confidenzialmente chiamata la Nunziatella) alle manovre militari che si svolsero proprio a Capua nell'aprile del 1838. Quell'anno, partendo da Napoli alle ore 2 pomeridiane del giorno 17 aprile, un drappello di 31 allievi della prestigiosa scuola militare fondata dal Re Ferdinando IV di Borbone, raggiunse Capua alle 6 antimeridiane del giorno seguente. Gli Allievi parteciparono alle manovre con grande competenza e valore meritando gli elogi del sovrano, Ferdinando II, che, sempre attento a tutto quello che accadeva nel Regno, assisteva personalmente alle esercitazioni. All'attività di carattere prettamente militare veniva affiancata, per completare l'educazione dei giovani, anche un'altra, per così dire, culturale. Infatti gli allievi visitarono l'anfiteatro romano dell'odierna Santa Maria Capua Vetere, ma anche la Cattedrale di Capua ed altri luoghi di particolare interesse. A conclusione delle due settimane, tornati nella Capitale, gli allievi furono festeggiati dai loro colleghi ed ebbero la gradita sorpresa di ricevere una lettera di encomio nella quale uno di loro, l'alunno Schmid, per essersi particolarmente distinto, veniva promosso sergente. 

l'affollata sala della libreria Ex Libris 

il Sindaco di Capua dr. Carmine Antropoli

Il sindaco di Capua, dr. Carmine Antropoli, ha rivolto ai presenti un breve saluto seguito dal dott. Catenacci, recentemente acclamato Presidente Onorario dell'Associazione Ex Allievi, ha ringraziato chi ha collaborato attivamente alla realizzazione dell'opuscolo: il giovane editore nocerino Vincenzo D'Amico e i due membri dell'Istituto di Ricerca Storica delle Due Sicilie, Roberto Della Rocca e Giancarlo Rinaldi. Ha poi consegnato alcuni regali particolarmente graditi al presidente Ortis e al comm. Salemi, ringraziandolo per l'organizzazione dell'evento. Un intéressante e serrato dibattito sviluppatosi a conclusione degli interventi ha testimoniato ancor di più la riuscita della serata e il grande interesse suscitato.      


Ufficio Stampa Istituto di Ricerca Storica delle Due Sicilie


ancora una foto della sala


il dr. Catenacci, Presidente Onorario, e l'ing. Ortis, Prrsidente dell'Ass. Naz. Ex Allievi Nunziatella



1 commento:

  1. e stato bello sapere in quella sede che gli ufficiali che nel 1799 e nel 1860 passarono dall'altra parte non sono stati dei..........ma degli innovatori. ai vari sforza, bozzelli, giordano ecc ecc che nome dovremo dare visto che martiri o eroi sa di poco........innovativo?e'stato riabilitato il briganti allora cerchiamo di leggere i documenti storici che lo attestano visto che la novità e grossa, come ci insegnano gli storici non salariati.ho appena finito di leggere il libro di silvio vitale sul duca di cassano e vedere esaltato il colletta mi ha fatto venire la pelle d'oca. come si dice gli stati e i regni passano mentre la nunziatella resta ed io forse questo non l'ho ancora capito un saluto a tutti claudio

    RispondiElimina