ATTENZIONE, AVVISO AI LETTORI DEL BLOG

Si avvisano i lettori che per commentare i post pubblicati è necessario accedere con l'account di posta gmail o inviare il proprio commento a istitutoduesicilie@gmail.com e gli amministratori provvederanno alla pubblicazione a nome del mittente.

lunedì 24 novembre 2014

Per GOOGLE MAPS è già corso Ferdinando II di Borbone!




Quando un giornalista dell’ANSA me lo ha comunicato, ieri, stentavo a crederci.

Ho appena verificato, ed è proprio vero: GOOGLE MAPS, anticipando tutti, ha già recepito il cambio di odonimo da me proposto per il corso Trieste.

Per GOOGLE MAPS è già corso Ferdinando II di Borbone!

E’ proprio il caso di dire: vox Populi…..

A questo punto, anche in ragione del consenso plebiscitario che l’iniziativa ha raccolto, auspico che nessuno opponga resistenza al corso della Storia e che si lasci ai Casertani il sogno di una rinascita vera e duratura che riparta dalle origini, dall’ambizioso progetto dei Borbone di fare di Caserta una moderna Capitale, pronta a reggere il confronto con le più belle Città d’Europa.

Luigi Cobianchi


Quando l'amico Gigi, ci ha comunicato la bellissima notizia dell'approvazione all'unanimità del ripristino dell'odonimo originale, e lo abbiamo comunicato attraverso il nostro blog, ricordavo di aver visto una mappa di Caserta, prima della colonizzazione, in cui il nome "corso Ferdinando II" era chiaramente indicato, dimostrando INEQUIVOCABILMENTE che l'operazione proposta dal cons. Cobianchi era ed è un semplice ripristino della originaria denominazione e che solo quest'ultima era quella che, più forte anche rispetto a "Campano", aveva, ed HA, legami con il territorio e con la sua Storia.

Con un po' di fatica sono riuscito a ritrovare l'antica mappa pubblicandola nello stesso post.

Sono felice, ora, leggendo la comunicazione sopra riportata, di proporne una versione decisamente più moderna.

la mappa, versione aggiornata,  che testimonia l'importanza che Google Maps alla proposta del consigliere Cobianchi

Ed è la prova provata che Google Maps battendo tutti sul tempo merita il nostro plauso.

questa invece la mappa originale



Nessun commento:

Posta un commento