ATTENZIONE, AVVISO AI LETTORI DEL BLOG

Si avvisano i lettori che per commentare i post pubblicati è necessario accedere con l'account di posta gmail o inviare il proprio commento a istitutoduesicilie@gmail.com e gli amministratori provvederanno alla pubblicazione a nome del mittente.

lunedì 3 febbraio 2014

La Principessa Beatrice a Caserta per partecipare all'evento su il Conte di Caserta


Con il Patrocinio della
Real Casa di Borbone Due Sicilie
Con il Patrocinio del
Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio





S.A.R. il Principe Alfonso di Borbone Due Sicilie, Conte di Caserta in una foto giovanile

Il Principe Alfonso Maria Giuseppe Alberto di Borbone-Due Sicilie, Conte di Caserta (Caserta, 28 marzo 1841 – Cannes, 26 maggio 1934), era il terzogenito di Ferdinando II delle Due Sicilie e della seconda moglie l'Arciduchessa Maria Teresa d'Austria.
Durante l'invasione garibaldina combatté in prima linea al fianco dei fratelli Francesco e Luigi nella battaglia tra Capua e Gaeta per respingere l'esercito invasore. Alle 7 del mattino del 14 febbraio 1861, dovette, insieme con gli ultimi sovrani delle Due Sicilie, lasciare Gaeta e prendere la via dell’esilio.
Alla morte di Re Francesco nel 1894, divenne Capo della Real Casa Borbone Due Sicilie scegliendo per se uno dei titoli di pertinenza del Sovrano, Duca di Castro e dai legittimisti venne acclamato Re col nome di S.M. Alfonso I, Re del Regno delle Due Sicilie.

Nel 2014, in occasione degli ottant'anni dalla morte, l'Istituto di Ricerca Storica delle Due Sicilie, ha voluto organizzare una serie di iniziative dedicate alla figura del Principe, capostipite degli attuali esponenti della Casa Reale.
Cominceremo sabato 8 febbraio (alle ore 17,00) a Caserta, presso il Jolly Hotel, con la presentazione del libro del marchese de Felice "Il Re Alfonso di Borbone, Conte di Caserta"-

A sottolineare l'importanza dell'evento sia il Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio (di cui il Principe fu Gran Maestro) sia la stessa Real Casa di Borbone Due Sicilie hanno concesso il loro Patrocinio.

La Principessa Beatrice insieme con il Presidente dell'Istituto di Ricerca delle Due Sicilie, comm. Giovanni Salemi nella splendida cornice del chiostro maiolicato in Santa Chiara, durante una Sua recente visita a Napoli

Grande gioia ed entusiasmo, poi, ha procurato la notizia che  S.A.R. la Principessa Beatrice di Borbone Due Sicilie, sorella del Principe Carlo, Duca di Castro, sarebbe ritornata nella amata Caserta per partecipare alla presentazione del libro dedicato al Suo bisnonno. 

Una bellissima immagine della Principessa circondata ed acclamata da giovanissimi studenti di Terra di Lavoro, durante una recente visita alla Reggia
Alla presentazione interverranno il comm. Giovanni Salemi, Presidente dell'Istituto di Ricerca Storica delle Due Sicilie, l'avv. Alberto Zaza d'Aulisio, Presidente della Società di Storia Patria di Terra di Lavoro, il comm. Girolamo de Lucia,  Delegato del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio per la Terra di Lavoro, il dott. Giuseppe Catenacci, appassionato bibliofilo e past president dell’Associazione Nazionale ex Allievi Nunziatella, il dott. Francesco Maurizio Di Giovine, storico e il dott. Vincenzo D'Amico, editore. I lavori saranno moderati dal dott. Fernando Riccardi, storico e giornalista.

Chi volesse potrà  fermarsi a cena prenotando direttamente presso l'hotel chiamando il numero 0823325222
ENTRO IL GIORNO 6 FEBBRAIO 2014



Per informazioni ci si può rivolgere al cav. Giancarlo Rinaldi (cell.: 348.8937213) dell'Istituto di Ricerca Storica delle Due Sicilie.

Il libro del marchese Gaetano de Felice, edito da D'Amico Editore



1 commento:

  1. Don Massimo Cuofano Certamente questo speciale incontro di Caserta per commemorare la grande figura di S.A. Reale Alfonso di Borbone, e la presentazione del libro su di lui riportato alle stampe dall'instancabile amico Vincenzo D'Amico, è un evento da non mancare... ancora di più per la presenza dell'amabile e dolce Principessa Beatrice, che porta in sé tutta la grandezza e la regalità della Dinastia dei Borbone delle Due Sicilie.

    RispondiElimina