ATTENZIONE, AVVISO AI LETTORI DEL BLOG

Si avvisano i lettori che per commentare i post pubblicati è necessario accedere con l'account di posta gmail o inviare il proprio commento a istitutoduesicilie@gmail.com e gli amministratori provvederanno alla pubblicazione a nome del mittente.

lunedì 12 settembre 2011

Messina, il 17 settembre si ricorda il tentato sbarco francese in Sicilia (1811-2011)

























Riceviamo e con piacere pubblichiamo il comunicato dell'Associazione Amici del Museo di Messina, della manifestazione che si svolgerà a Messina il 17 settembre in occasione dei 200 anni dal tentato sbarco francese nella Sicilia borbonica, durante l'epoca napoleonica. Buona lettura e auguri agli organizzatori per la riuscita dell'incontro.




ASSOCIAZIONE AMICI DEL MUSEO DI MESSINA

"BICENTENARIO DEL RESPINTO SBARCO FRANCESE IN SICILIA"


Giungono quasi al termine le iniziative promosse dall’Associazione Amici del Museo di Messina per ricordare il Bicentenario del Respinto Sbarco Francese in Sicilia. 

Era il 18 Settembre 1810 quando gli abitanti di Mili e di alcuni villaggi a Sud di Messina bloccarono un tentativo di sbarco delle truppe francesi di Gioacchino Murat inteso ad occupare l’intera Isola, unica regione d’Europa rimasta esclusa dal dominio francese, oltre che l’Inghilterra. Tale sbarco ebbe particolare rilevanza strategica, in quanto concluse la fase delle inarrestabili conquiste napoleoniche e segna l’inizio del declino dell’Armata francese. All’azione militare presero parte circa tremila francesi, provenienti dalle coste calabresi, sotto la guida del Generale Comandante Cavaignac. Sorprendente fu l’intervento delle popolazioni locali, con a capo il messinese Giovanni Capece Minutolo Principe di Collereale, a cui solo successivamente si aggiunsero le truppe inglesi del Generale Campbell dislocate lungo il litorale siciliano a rincalzo dell’esercito borbonico unitamente a reparti svizzeri e tedeschi accampati presso il Monastero di San Placido Calonerò. Quindi uno scontro dai risvolti inaspettatamente europei che meritava di essere degnamente ricordato nella ricorrenza bicentenaria. Pertanto l’Associazione Amici del Museo, con il patrocinio gratuito del Comune di Messina, dal 17 Settembre dello scorso anno ha promosso una serie di iniziative svolte in Città e in varie località della Riviera Jonica messinese per ricordare, sotto vari aspetti, questo importante episodio di storia messinese, siciliana ed europea. 

A conclusione di quest’Anno Bicentenario Sabato 17 Settembre p.v., vigilia del 201° Anniversario dell’episodio militare, in sinergia con Alleanza Cattolica nella Chiesa Parrocchiale di Mili San Marco alle ore 18.30 verrà celebrata una Santa Messa dal Parroco Padre Nunzio Triglia in suffragio di tutti i caduti e al termine il Prof. Paolo Martinucci, dell’Istituto Storico Insorgenza e Identità Nazionale di Milano, tratterà il tema: “Insorgenza come categoria storico-politica” inserendo l’episodio messinese nel più ampio e complesso fenomeno dell’Insorgenza che si sviluppò in tutta Italia tra il 1792 e il 1815. Il relatore sarà introdotto dal Prof. Franz Riccobono dell’Associazione Amici del Museo e da Umberto Bringheli di Alleanza Cattolica.

Infine la chiusura sarà sancita nel mese di Ottobre con la scopertura di una lapide commemorativa che ricorderà alle generazioni future l’eroismo dei siciliani in questo scontro determinante per la storia d’Europa. 

SARA' GRADITA LA PRESENZA DELLA S.V.

Il Presidente
Dott. Franz Riccobono

Nessun commento:

Posta un commento